mercoledì 19 luglio 2017

Un annullamento e qualche regola di comportamento

Riceviamo ed inoltriamo una comunicazione di servizio per tutti i runners che partecipano al Corrilunigiana: l’undicesima edizione del “Trofeo Filagiò”, inizialmente prevista a Filattiera per il prossimo 5 agosto, è stata annullata per problemi organizzativi e, pertanto, nel finesettimana in oggetto rimane in programma la sola gara domenicale che vedrà impegnati i podisti in quel di Fossone, sotto la sapiente guida di Giorgio Malacarni. Per quanto invece concerne l’aspetto più prettamente regolamentare (ma sarebbe più corretto se parlassimo, genericamente, di norme di comportamento da rispettare), qualche atleta - approfittando della confusione che, normalmente, si crea in fase di iscrizione - ha partecipato ad una competizione svoltasi recentemente fornendo le generalità di altri podisti in regola con i tesseramenti e con le certificazioni mediche necessarie per svolgere attività agonistica. Senza entrare nel merito dell’episodio, che è stato oggetto di chiarimento tra gli organizzatori ed i responsabili, tutto ciò comporterà un irrigidimento nei controlli in sede di verifica delle iscrizioni e pertanto, per evitare sgradevoli inconvenienti, vi invito a recarvi alle prossime gare affiliate al circuito del Corrilunigiana - ma sarebbe opportuno che lo faceste sempre - muniti di tessera Runcard o Fidal o della documentazione che attesti la vostra appartenenza ad una società podistica.

domenica 16 luglio 2017

Atletica Spezia Duferco conquista la finale del Campionato Nazionale di Società

L’elenco degli assenti era notevole, a partire dagli infortunati Chiara Ferdani, Alice Napoletano, Giorgio Nigro, Andrea La Mantia e Lea Simonini e continuando con Giulia Baracco, attualmente impegnata sia lavorativamente che sul fronte degli studi e con Eleonora Martini, la cui imminente maternità è ovviamente preclusiva all’attività agonistica, ma i portacolori di Atletica Spezia Duferco si sono comunque guadagnati la possibilità di partecipare alla fase finale del Campionato Nazionale di Società su pista, sia in campo femminile che con la compagine maschile. Il giusto mix di entusiasmo giovanile e dell’esperienza fornita da atleti più maturi, ma anche la corretta preparazione fornita dagli allenatori che, comprendendo il momento difficile, hanno saputo massimizzare il rendimento dei propri ragazzi, sono stati alla base dei nove titoli regionali assoluti vinti a Savona da Ianko Lattarulo (200 metri), Andrea Del Sarto (800 metri), Roberto Nicolai (1500 metri), Elena Arena (100 metri e 200 metri), Irene Luisi (5000 metri) e dalle tre staffette: 4 x 100 femminile, composta da Asia Pellegrini, Rita Ricciotti, Elisabetta Giunti e Matilde Brozzo, 4 x 400 femminile, formata da Rebecca Sommovigo, Ginevre Tanzi, Sara Pettirosso e Licia Domenichini e 4 x 400 maschile, grazie all’apporto di Nikolas Sgroi, Andrea Del Sarto, Roberto Nicolai e Tommaso Cardone. Ottimi piazzamenti sono stati conseguiti, in quest’occasione, anche da Alessandro La Mantia (argento nei 200 metri e bronzo nei 400 metri), Tommaso Cardone (argento nei 400 ostacoli), Alessia Vatteroni (argento nei 100 metri e nei 200 metri), dalla staffetta 4 x 100 maschile (grazie al secondo posto conseguito da Leonardo Vinciguerra, Nikolas Sgroi, Andrea Melchiorre e Ianko Lattarulo) e dai triplisti Alessio Tarantini e Asia Ciuffardi, dal giavellottista Giacomo Tarantini e dalla mezzofondista Maria Teresa Mori, tutti giunti sul gradino più basso del podio. La stagione agonistica su pista è proseguita il 5 luglio con il meeting internazionale di Celle Ligure del 5 luglio, ove Atletica Spezia Duferco ha partecipato con ben ventotto portacolori: su tutti, Andrea Del Sarto, che ha polverizzato il suo primato negli 800 metri (ove ha gareggiato anche Roberto Nicolai), Rita Ricciotti, che si è migliorata sul giro di pista, Elena Arena e Licia Domenichini che hanno abbassato i propri limiti rispettivamente nei 100 e negli 800 metri. Assieme a loro, ottimi piazzamenti sono arrivati anche da Matilde Brozzo, Elisabetta Giunti, Giulia Rubini, Alessia Furno, Asia Pellegrini, Ginevra Tanzi, Tommaso Cardone, Alessandro La Mantia, Nikolas Sgroi, Leonardo Vinciguerra, Alessio Campacci e dai giovanissimi Federico Ribolla, Simone Ferdani, Melissa Sarti, Aurora Capiferri, Anna Simoncelli, Nicola Petronio, Marco Livolsi, Luca Maesano, Carlotta Bartoli, Leonardo Ritrovati, Simone Petronio e Giovanni Simonini. Il 22 luglio la pattuglia di Atletica Spezia Duferco sarà impegnata nella doppia veste di società organizzatrice (coadiuvata da Pro Avis Castelnuovo Magra) e protagonista agonistica del secondo Meeting del Marmo a Marina di Carrara, località e pista che hanno permesso di costruire in questi ultimi anni i risultati di molti nostri atleti e che ospiterà nel prossimo weekend una serie di gare per tutte le categorie, in una manifestazione importantissima per la propaganda del nostro sport nelle zona: in attesa di ritrovare il Montagna, ormai in dirittura d’arrivo, l’atletica si sposta di qualche chilometro per fornire uno spettacolo sportivo di prim’ordine che si spera verrà allestito al più presto anche nel capoluogo spezzino.

giovedì 13 luglio 2017

Un altro traguardo

Vi annuncio con orgoglio che state leggendo il mio cinquecentesimo post pubblicato su questo blog. Da quando Speziarunning è passato sotto la mia gestione (e si sta parlando di quasi sei anni fa), ho cercato di scrivervi con cadenza almeno settimanale, grazie anche alla vostra preziosa collaborazione: le richieste e le segnalazioni dei miei lettori, degli appassionati di podismo e degli organizzatori di gare sono infatti sempre ben gradite ed utili a colmare i periodi in cui non è facile trovare stimoli e motivazioni per mettersi sulla tastiera a digitare quelle poche righe che tengono vivo il mio filo diretto con il mondo del running. Per questa ragione, nonostante io cerchi di rielaborare tutte le informazioni che mi vengono trasmesse per personalizzarle nella maniera che più mi aggrada, considererò la cifra raggiunta come se fosse il nostro traguardo, da festeggiare tutti insieme. Ciononostante, mi spiace informarvi che non ho intenzione di fermarmi qui e, pertanto, da oggi si riparte quasi subito, perchè non mi sono ancora stancato: ho già “in caldo” un paio di comunicati stampa da inoltrarvi a breve ed ho in mente la programmazione delle prossime competizioni per le quali ritengo che sia giusto redigere una presentazione e/o un resoconto. Avrete ancora mie notizie... non spererete di liberarvi di me così facilmente!

lunedì 10 luglio 2017

Il ciclista indisciplinato

Alcuni giorni fa, mentre svolgevo il mio allenamento mattutino al Parco della Maggiolina, mi sono imbattuto in una strana coppia che mi aveva già infastidito qualche tempo addietro, composta da una podista affiancata da un uomo in bicicletta. Siccome erano entrambi sul marciapiede e percorrevano il giro del Parco in senso contrario al mio, ci siamo incrociati diverse volte e, in ogni circostanza, il ciclista era costretto a rallentare ed ad accodarsi più o meno goffamente - vista la velocità - dietro la sua amica. Ho deciso di manifestare la mia insofferenza al loro comportamento con qualche cenno, teso ad indicare (soprattutto a lui) di scendere sulla sede stradale, ove avrebbe potuto svolgere il suo compito di accompagnatore senza creare intralcio e senza dovermi ripetutamente mostrare le sue doti di equilibrista su due ruote. Anche nel nostro precedente incontro mi ero comportato nella solita maniera con il ciclista indisciplinato ma, evidentemente, la mia gestualità non è stata abbastanza esplicita, sicché stavolta ho deciso di passare alle parole: “Abbi pazienza: se continua così, ci si fa male...”. Non l’avessi mai fatto... dopo mezzo giro, il pedalatore folle mi attende sul marciapiede, fermo, a cavalcioni sul suo velocipede, a braccia conserte: “Cosa vuoi dire? Ti da fastidio la bicicletta?”. Non ho tanta voglia di dialogare, mentre corro alle sei di mattina: “No, mi dai fastidio TU!” Segue: abbandono dell’amica runner, inseguimento del sottoscritto e pericolosissima scaramuccia verbale, condotta - alle sei del mattino, sul filo dei quattordici chilometri orari e su un marciapiede largo poco più di due metri - da un quarantaseienne sudatissimo in canotta e pantaloncini costretto a fronteggiare un coetaneo che avrebbe potuto starsene a letto, a quell’ora. Al termine di tutto ciò, il mio nuovo amico si pianta nuovamente in mezzo al lembo asfaltato ove non dovrebbe pedalare e, in posa da John Wayne, mi informa di voler regolare i conti. Siamo sempre lì... io non sono a girare intorno al Parco all’alba perché non ho niente di meglio da fare: “Adesso non puoi rompermi il (...). Venti minuti, e ho finito!”. Faccio ancora un giro e non incontro più né lui, né lei. Probabilmente, lei ha finito la sua sessione di allenamento e sono rientrati o, forse, il diverbio li ha costretti a spostarsi dal Parco per andare a correre - e a pedalare - da un’altra parte. Mah... speriamo di non incontrarli nuovamente!

mercoledì 5 luglio 2017

Lerici al centro del mondo (podistico)

Venerdì 7 luglio, con partenza alle ore 20, il lungomare lericino ospiterà la terza edizione della “Notturna di Sant’Erasmo”, manifestazione podistica competitiva allestita sulla distanza di poco più di nove chilometri a cura degli amici dell’Asd Golfo dei Poeti, capitanati per l’occasione da Federica Nicolai e da Marco Russo. Nata dalle ceneri del “Trofeo degli Arcigni” e della “Marcia della Mimosa”, inizialmente calendarizzate nei dintorni della festività dedicata alle donne, la “Notturna di Sant’Erasmo” rientra tra le gare più frequentate nel comprensorio provinciale, grazie all’ineguagliabile tracciato panoramico che attira anche parecchi runners non locali, che spesso uniscono l’utile al dilettevole, trascorrendo l’intero finesettimana nelle nostre zone. E, siccome gli organizzatori sono una garanzia, tutti sanno che gli appuntamenti che verranno messi in scena nei prossimi giorni saranno caratterizzati da qualità eccellente, a cominciare dalla conferenza dal titolo “Benvenuto, sole! Cosa mangiare sotto l’ombrellone?” che il biologo nutrizionista dr. Franco Aliboni terrà nella serata di giovedì 6, a partire dalle 21, al castello di San Terenzo. Il clou del weekend verrà comunque allestito venerdì presso la Rotonda Vassallo di Lerici che, a partire dalle 18, ospiterà il punto di ritrovo e di iscrizione sia per le competizioni juniores, che prenderanno il via dopo un’ora e che vedranno i più giovani impegnati su un percorso di duecentocinquanta metri per gli atleti di età compresa tra zero e nove anni, mentre i più grandicelli si sfideranno su una distanza doppia (per i runners nati dal 2004 al 2007) o tripla (per i nati tra il 2000 ed il 2003), che per la gara seniores. Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul sito www.notturnasanterasmo.it e sulla pagina Fb Notturna di Sant’Erasmo, ove troverete il regolamento completo, le tariffe di iscrizione per gli adulti (le categorie giovanili sono gratuite), la descrizione dei gadgets inseriti nel pacco gara e delle manifestazioni parallele, quale l’esibizione di functional training e spartan system curata dalla palestra Fit Performance di Mirko Tonelli: a corollario di ciò, permettetemi di concludere questo intervento consigliandovi di recarvi con il giusto anticipo sul luogo di partenza, considerate le difficoltà logistiche che gli organizzatori devono fronteggiare nell’allestire una gara in un posto bellissimo ma non certamente agevole.

giovedì 29 giugno 2017

Quarantacinque, e non sentirli...

Siamo quasi coetanei, ma Lei non mostra acciacchi: sto parlando della manifestazione podistica più longeva organizzata nel nostro comprensorio, essendo nata nell’ormai lontano 1973 da un’idea di Franco Codeluppi, che partì dalla “Ciamptada Aullese” per dare vita a quel microcosmo sportivo che, attualmente, annovera trentacinque gare e permette ad oltre un migliaio di runners di sfogare la propria voglia di sport, partecipando alle tappe del circuito del Corrilunigiana. Enzo e Massimo, che hanno raccolto lo “scettro del comando” in occasione della scomparsa del padre, risalente a tre anni fa, ci aspettano domenica 2 luglio per la quarantacinquesima edizione della storica “Ciamptada”, che si svolgerà nella nuova collocazione oraria pomeridiana, con partenza alle ore 17,30 per le categorie juniores e dopo mezz’ora per gli adulti, sia per ciò che riguarda i partecipanti alla gara agonistica che per quanto concerne gli amatori che volessero cimentarsi nella versione non competitiva. Il tracciato della “Ciamptada” è largamente collaudato, con punto di ritrovo stabilito nella piazza del Comune di Aulla, dalla quale la gara si snoderà per le vie cittadine e successivamente in direzione della Fortezza della Brunella con susseguente ritorno sul luogo della partenza: lungo il percorso sarà ovviamente garantito il ristoro necessario per una competizione sulla distanza di dodici chilometri e gli organizzatori stanno predisponendo anche la possibilità di usufruire di un servizio docce nei giardini del palazzo comunale. Come di consuetudine, gli atleti possono ricorrere alla preiscrizione online sul sito www.mysdam.it, gestito dall’azienda che si occupa del sistema di cronometraggio utilizzato nella stragrande maggioranza delle gare affiliate al circuito del Corrilunigiana, mentre i runners meno tecnologici possono iscriversi anche sul luogo di ritrovo fino a pochi minuti prima della partenza. Tutti i partecipanti saranno gratificati con un insolito pacco gara, mentre alcune memorabilia di Franco Codeluppi verranno anche inserite nelle premiazioni, che riguarderanno i primi tre classificati assoluti ed i podi delle singole categorie maschili e femminili, come da regolamento del circuito, nonché le società più rappresentate. Enzo, Massimo e lo staff che li coadiuva ci aspettano ad Aulla, per ricordare ancora una volta il loro papà e per porgerci i loro, ed i suoi, “saluti sportivi”.