mercoledì 15 agosto 2018

Paura sulla via Francigena

Giovedì scorso, attorno alle ore 18, una ragazza che faceva jogging lungo la via Francigena, al confine tra i comuni di Aulla e Licciana Nardi, è stata fermata e successivamente scaraventata a terra ed immobilizzata da un immigrato che percorreva la solita strada in bicicletta e da altre due persone che, appostate dietro una siepe, hanno compiuto un vero e proprio agguato nei confronti della giovane runner. Fortunatamente, le grida della malcapitata hanno attirato alcuni passanti che camminavano poco distante e che sono subito intervenuti in soccorso della ragazza, mettendo in fuga i malintenzionati, e l’episodio si è concluso con molto spavento, nessun danno fisico e l’ovvia denuncia presso i Carabinieri locali, che stanno indagando sull’accaduto. La vicenda ha messo in allarme la popolazione, anche perchè l’assalto pare studiato nei minimi dettagli, per cui si sta cercando di capire se il movente sia un tentativo di rapina o, più probabilmente (i runners non portano oggetti di gran valore con sé mentre si allenano), ci si trovi di fronte ad un’aggressione a scopo sessuale, nel qual caso gli inquirenti stanno verificando se l’obiettivo fosse predeterminato o se si cercasse di colpire chiunque avesse la sventura di passare da quel punto in quel preciso momento. Vi terrò aggiornati sugli ulteriori sviluppi di questo orrendo fatto di cronaca, che avrebbe sicuramente avuto conseguenze ben peggiori se la giovane si fosse trovata da sola su quel tratto di strada, raccomandandovi a prestare la massima attenzione quando correte, specialmente in posti non eccessivamente frequentati.

domenica 12 agosto 2018

“Mennea Day” a La Spezia: appuntamento per il 12 settembre

Quest’anno anche la nostra città celebra il “Mennea Day”, manifestazione promozionale che viene allestita dalla Fidal su tutte le piste di atletica più importanti della penisola: il rinnovato palcoscenico del campo sportivo “Montagna” permetterà dunque anche agli spezzini di onorare la memoria del compianto campione barlettano. L’evento è, come tradizione, previsto per il prossimo 12 settembre, ossia nel giorno in cui Pietro Mennea stabilì il primato mondiale dei 200 metri con il fantasmagorico tempo di diciannove secondi e settantadue centesimi, in occasione delle Universiadi del 1979 svoltesi a Città del Messico. Si trattò di una prestazione cronometrica strabiliante per l’epoca, che fu il risultato dell’abnegazione di un atleta forse mai esistito in Italia, combinata con il vantaggio fornito dall’altura e dall’aria rarefatta della metropoli nordamericana: il limite planetario resistette per diciannove anni, fino all’avvento di un certo Michael Johnson, ed è tuttora la miglior prestazione europea di tutti i tempi, nonostante i recenti progressi di Ramil Guliyev che è giunto a soli quattro centesimi dall’impresa in occasione degli ultimi campionati continentali di Berlino. Ovviamente, il ricordo di Pietro Mennea non potrebbe non passare attraverso lo svolgimento di una serie di gare sulla distanza dei duecento metri, che saranno aperte a tutti gli appassionati di atletica, che verranno suddivisi in fasce d’età e categorie. Non sarà necessario essere velocissimi, perchè l’obiettivo della giornata sarà quello di avvicinare il maggior numero di persone ad una pista di atletica, per realizzare un sogno che molti si sono solamente immaginati, consistente nello sfogare tutte le proprie energie su quella curva e quel rettilineo che molti hanno visto solamente in televisione. Verrà richiesto un piccolo contributo che sarà devoluto alla Fondazione Pietro Mennea Onlus e servirà anche per coprire parzialmente le spese (si parla di cifre irrisorie, perché la Federazione suggerisce la cifra di cinque euro, ma gli organizzatori stanno cercando di limitare a tre euro, due dei quali andranno in beneficienza) e dovremo fornire un certificato di idoneità alla pratica sportiva non agonistica, ma la soddisfazione sarà enorme, perchè tutti - compresi gli atleti che correranno in un minuto o qualcosa in più - riceveremo un diploma di partecipazione personalizzato e potremo cercare di ambire ai premi riservati ai migliori velocisti di giornata. Un consiglio? Alleniamoci e presentiamoci pronti al via dei “nostri” 200! Mennea lo ha fatto per una vita...

sabato 4 agosto 2018

Problemi tecnici

I lettori più attenti di Speziarunning si saranno accorti che, per l’intero mese di luglio, non ho potuto aggiornare frequentemente il sito e, soprattutto, le presentazioni ed i resoconti delle competizioni e delle manifestazioni svoltesi nelle ultime settimane sono stati ridotti al minimo. Purtroppo il mio computer ha avuto un problema tecnico che è stato risolto solamente in questi giorni ed anche i supporti informatici alternativi che utilizzo nelle situazioni di emergenza non si sono dimostrati all’altezza delle mie aspettative: una serie di coincidenze sfortunate che, unite alla mia cronica difficoltà nel reperire le poche decine di minuti necessarie per non deludere chi segue il blog, hanno causato una prolungata difficoltà nelle comunicazioni a voi riservate. Mi devo scusare soprattutto con coloro che mi hanno visto sui campi di gara e non hanno avuto il giusto spazio nelle cronache che redigo dopo gli eventi a cui partecipo attivamente. In particolare, ho “bucato” i campionati regionali di atletica svoltisi ad inizio mese e il meeting Polytan, egregiamente allestiti sulle piste e sulle pedane del Campo Sportivo Montagna, dimostratosi finalmente in grado di ospitare l’atletica di livello, mentre - per ciò che concerne l’attività podistica su strada - non sono riuscito a trasmettere come avrei dovuto (e come avevo promesso ad Enzo Codeluppi...) le emozioni della “Stranotturna del Vino” fivizzanese, organizzata da Maurizio Cardellini. Anche le variazioni nel calendario podistico, con l’annullamento della “SettePonti” di Pontremoli e della “Notturna Gragnanina”, avrebbero meritato la giusta attenzione, come pure altre piccole notizie che adesso non sono più attuali e comunque sono già state veicolate agli appassionati del nostro sport attraverso i più svariati metodi di comunicazione. Per fortuna, il crash tecnologico ha finalmente avuto una soluzione e, da oggi, posso considerarmi nuovamente operativo al 100% anche per quanto riguarda Speziarunning: nella speranza che quanto è accaduto sia un episodio più unico che raro, posso nuovamente garantirvi le giuste informazioni sul mondo del podismo e dell’atletica locale.