sabato 15 maggio 2010

Ciclista? Mah!

Gli ultimi giorni sono stati un po' difficili per quanto riguarda la "mia corsa". Quasi in contemporanea si sono affacciati due problemi: il primo, un fottuto maldigola, fortunatamente provvisorio e di breve durata anche se mi obbliga a prendere antibiotici per cinque giorni; l'altro è scaturito da un esame radiografico che ho deciso di fare per i continui fastidi nella zona lombare. Una radiografia del bacino e una della colonna, entrame in ortostasi (in carico) che hanno evidenziato i soliti problemi, niente di sconosciuto e nessuna novità. Ma provate a scrivere "coxartrosi" su un qualsiasi motore di ricerca... Cosa appare? Un bollettino di guerra. Dolori, invalidità, protesi e chi più ne ha più ne metta. E' vero che su Internet bisogna "scremare" molto perché tra le tante informazioni ce ne sono parecchie inesatte, ma tanto è servito per accendere la luce rossa dell'allarme. Ho informato Massimo Santucci che mi ha fatto parlare col dottor Rosetti, ortopedico con la passione della corsa, che lunedì, di persona, mi racconterà il resto della storia. Che il ciclismo possa diventare lo sport del mio futuro?

1 commento:

  1. Davide D'Amanzo15 maggio 2010 18:08

    Se fosse vero che ti devi convertire alla bici, beh, almeno non potrai più prendertela con la Uisp. Eh, già: perchè la Uisp non organizzerà il Vivicittà, ma il Bicincittà te lo mette su in quattro e quattr'otto!

    RispondiElimina