venerdì 9 marzo 2012

Ma tu quanti anni hai?

Per aggiungere un po' di pepe al dibattito su organizzatori di gare e coordinamento tra loro, in questi giorni non poteva mancare una polemica sulle competizioni del Corrilunigiana. Come molti di noi sanno, questo circuito podistico ha un regolamento non sempre linearmente conforme alle normative in vigore in tutte le altre competizioni, soprattutto per ciò che concerne la suddivisione in fasce d'età dei concorrenti: dieci categorie per gli uomini e cinque per le donne, con premi "almeno per i primi tre concorrenti per categoria", come si legge nel regolamento ufficiale che non può destare perplessità in materia. Si potrebbe discutere quanto si vuole sull'opportunità di ricomprendere in un unico age-group i quarantanovenni ed i cinquattottenni, ma la regola sembrava assolutamente non derogabile proprio per garantire uniformità e coordinamento tra le varie gare del circuito.
La parola "sembrava" non è casuale, perchè il primo appuntamento del Corrilunigiana non si è allineato alle norme che le altre gare dovrebbero seguire e, quel che è peggio, una delle prossime gare in programma minaccia di seguire la stessa linea di condotta.
Ora, molti runners incominciano a rumoreggiare perchè ci si chiede se tutto ciò sia giusto o se bisogna porre un rimedio (mi si perdoni il gioco di parole) "in corsa". Ed allora, l'unica soluzione possibile è passare la patata bollente agli organizzatori, prima che il problema si presenti al traguardo delle singole gare in programma...

13 commenti:

  1. ...visto che questo post si apre con l'intento di "mettere un po' di pepe" ed aprire polemiche, credo che ci voglia anche il coraggio di fare riferimenti precisi a gare e persone. Visto che non lo fa lei lo farò io.
    Credo che la prima gara a cui si riferisce (e mi corregga se sbaglio) sia il Trofeo degli Arcigni dove, forse ho letto solo io, le categorie erano ben visibili sul sito e sul volantino...e l'unica cosa menzionabile è l'ottima riuscita della manifestazione...direi un vanto per il mondo della corsa spezzina!!!!
    Credo (e mi corregga se sbaglio) che "una delle prossime gare in programma" sia riferito a "Corri per Aulla" , visto il volantino nel pacco gara di domenica. A tal proposito mi rattrista constatare che di tutte le cose visibili di questa manifestazione, per questo blog che dovrebbe fare informazione e divulgazione sul podismo nello spezzino e dintorni, siano emerse solamente le categorie, quando è una gara a scopo benefico dove i fondi percepiti andranno interamente devoluti per la ricostruzione delle scuole di Aulla (per chi nn lo sapesse distrutte dall'alluvione). Inoltre vorrei ricordare che sarà presente a questa manifestazione anche il Campione Olimpico Stefano Baldini che da vero atleta campione, ma soprattutto UOMO, ha percepito la finalità della manifestazione e ci onorerà con la sua presenza!!!!! ...bè ma evidentemente tutto ciò è ininfluente...l'importante è portarsi a casa un salame anche ad Aulla!!!!!

    Saluti Fabio Gerini

    RispondiElimina
  2. Piero Tedesco9 marzo 2012 19:39

    Forse Fabio Gerini non ha partecipato a molte gare del Corrilunigiana..... Il sottoscritto dal 2007, anno in cui ha incominciato a gareggiare, ha partecipato a tutte le gare del Corrilunigiana, ripeto TUTTE, per ben 4 edizioni....una cosa come 130 gare!!!! Ebbene, alcuni runners piombano sulla corsa come falchi quando in palio non c'è il solito salame, ma magari premi in denaro o prosciutti. Quindi lasciamo stare i commenti offensivi nei confronti di chi dedica tempo e sacrifici a questo bellissimo sport fatto di sudore e di fatica. E lasciamo perdere anche i discorsi di beneficenza e solidarietà.
    Anche la nostra Provincia Della Spezia, non solo quella di Massa Carrara, ha avuto i suoi morti e i suoi ingenti danni a seguito dell'ultima alluvione, e per questo molti di noi hanno 'già dato' tramite la Chiesa od altre Associazioni le quali si sono prodigate a questo scopo. Ognuno l'ha fatto con pudore, senza pubblicizzare la cosa. E' il modo migliore per manifestare la propria solidarietà in queste tristi circostanze. Non entro nel merito del discorso delle 'categorie del Corrilunigiana' perchè ho già espresso il mio pensiero sul libro degli amici del sito dell'Atl. Arci Favaro. La mia protesta la farò nelle sedi opportune.
    Vorrei solo aggiungere che il commento di Fabio Gerini sul Blog di speziarunning mi sembra un po' 'pesante' nei confronti di Davide D'amanzo il quale ha la mia totale solidarietà.

    Piero Tedesco

    RispondiElimina
  3. Aggiungo due righe perchè mi pare giusto, poi mi asterrò dal fare ulteriori commenti: la bella riuscita del Trofeo degli Arcigni è stata
    da me già sottolineata nel post di lunedì 5, ne sono stato contento, l'ho detto a tutti i presenti del Gs Golfo dei Poeti e lo ribadisco tuttora.
    Alla stessa maniera sarò ben contento se la riuscita del "Corri per Aulla" sarà ottima: mi spiace non poterci essere per questioni di
    lavoro ma faccio i miei migliori "in bocca al lupo" a tutti.
    Onestamente però la questione delle categorie è una pecca, piccola o grande che sia ma è una pecca, talchè mi sono limitato a riferire
    lagnanze sentite in questi giorni:
    ora, siccome
    il Corrilunigiana ha un regolamento, siccome ci si può iscrivere il giorno della gara senza necessariamente sapere che non ci sono
    le categorie previste da quel regolamento ma ce ne sono altre, siccome c'è qualcuno che ci tiene al salame... magari non succede niente, ma se succede...
    meglio prevenire che curare!!!!

    RispondiElimina
  4. Secondo me la problematica delle categorie è un finto problema..ci sono molte gare nel Corrilunigiana che utilizzano delle categorie diverse per le premiazioni.
    La nostra volontà è quella di premiare più gente possibile infatti premiamo i primi 5 di ogni categoria e inseriamo dei premi a sorteggio...la nostra volontà è quella di promuovere lo sport, il territorio e di coinvolgere più gente possibile...
    Aderendo al Corrilunigiana rispettiamo l'attribuzione del punteggio con le categorie Corrilunigiana e le direttive date dal Coordinatore. Per noi è un onore partecipare al Corrilunigiana e penso che anche il Corrilunigiana sia felice di avere le nostre gare nel loro circuito.
    Abbiamo un sito che rende pubblico il regolamento delle nostre gare in anticipo quindi non capisco le lamentele..

    Elisa

    RispondiElimina
  5. Volevo precisare una cosa.... al corri per Aulla ci sarò anchio... ma chu è stu Baldini?? Scherzo!!!
    Fate i bravi non vi arrabbbbbiateeeeee!

    Super Mario

    RispondiElimina
  6. Salve Sign Tedesco, inanzitutto credo che la mia risposta sia direttamente proporzionale al post di Davide D'amanzo. Lui stesso ha iniziato dicendo "di aggiungere un po di pepe", ed io di conseguenza credo di aver risposto con il solito tono polemico.
    ...purtroppo io sono solo un "umile" podista della domenica, ma non vedo quale sia il problema!!! ..da AMANTE dello sport spezzino spesso leggo speziarunning e non vedo per quale motivo non dovrei rispondere a questo post esprimendo la mia opinione... non vedo quale sia luogo più adatto!!!..forse me lo saprà indicare lei!!!! ..o forse sono le 130 gare del corrilunigiana che mi mancano e non mi danno diritto di parola??!! ..spero di no!!
    Lei mi parla di.."alcuni runners che piombano sulla corsa come falchi quando in palio non c'è il solito salame, ma magari premi in denaro o prosciutti".. e quindii???...non mi può certo parlare di amore di queste persone per lo sport e per il podismo!!!!
    Per quanto riguarda tutto il discorso della beneficenza sono daccordo con lei...ognuno l'ha fatto con pudore, ma non vedo quale sia il problemi di associare una corsa ad un opera benefica!!!..non vedo dove lei possa trovare uno scopo pubblicitario!!!?? ..se è possibile associare lo sport alla beneficienza ben venga!!! ...ma evidentemente non è così!! ..forse si renderà conto che stiamo girando attorno ad un unico problema: un salame mancante ad una premiazione!!!!!

    Fabio Gerini

    RispondiElimina
  7. Il post di Davide mi mette nelle condizioni di dover commentare, mio malgrado, visto che tira in ballo la società della quale sono vice-presidente come organizzatore delle due gare in questione in un blog superpartes e punto di riferimento come Speziarunning.

    Primo punto: invito a riguardare nell'archivio di Speziarunning le classifiche e le premiazioni di categorie delle gare del circuito Corrilunigiana: Strafossone, StraMinucciano, Gorfigliano, Gragnola, Stralevanto sarà possibile notare come da diversi anni la norma era già stata derogata e l'uniformità era già saltata. Come mai questo è diventato un problema insormontabile solo dopo la gara di Lerici?

    Secondo punto le categorie del Trofeo Arcigni sono state decise in consiglio nel mese di ottobre guardando le classifiche dell'edizione 2011 nell'intenzione di portare un miglioramento nella metodologia utilizzata nelle premiazioni prendendo spunto dalle categorie UISP accorpando gli under 30 e gli over 65 in un unica categoria (forse con il senno di poi si è penalizzato troppo questi atleti ma non è mai facile trovare un equilibrio).
    Le categorie sono state pubblicate sul sito nel mese di novembre e discusse all'interno dell'Assemblea del Corrilunigiana e avvallate dal coordinatore Franco Codeluppi, in caso contrario saremo stati pronti a ritornare sulla metodologia precedente visto che siamo onorati e felici di far parte del circuito Corrilunigiana.

    Domenica abbiamo dato ai premiato 120 persone: 60 di categoria 30 bambini e 30 premi a sorteggio.

    Queste polemiche ex-post le trovo veramente sterili c'è stato tempo e modo e sedi opportune per muoverle come a suo tempo ha fatto Piero Tedesco.

    La cosa che mi dispiace di più è che della Corri per Aulla sia saltato agli occhi un dettaglio a mio avviso che poteva anche essere eliminato cioè le categorie e le premiazioni, è ingeneroso nei confronti di Marco e tutti gli altri ragazzi coinvolti nell'organizzazione della gara, che ce la stanno mettendo tutta per creare un bell'evento con nobile scopo ed è lungi da loro di cercare visibilità personali.

    Ricordiamoci che se corriamo la domenica è grazie a persone che impegnano il loro tempo, le loro risorse per farCi divertire e senza guadagnarci niente e un esempio è Franco Codeluppi che da 30 anni mette in piedi il Corrilunigiana e da 40 anni la Ciamptada Aullese.

    Questa polemica a chi o cosa è utile?
    Quale beneficio ne trae il movimento?
    Porta qualcosa di positivo?

    Finchè si rimani ancorati al proprio orticello non si crescerà mai il confronto serve ma fatto su temi veri e importanti non su un salame o un age-group.

    Penso che l'intento di mettere un po' di pepe sia riuscito a Davide,
    a mio modo voglio metterlo anch'io un po' di pepe però "costruttivo" sempre sul dibattito di organizzatori di gare:
    Quante sono state le gare competitive amatoriali organizzate in provincia di La Spezia nel 2011 e quanti sono i gruppi podistici?

    Penso che FARE sia più difficile di criticare...


    Silvio Gerini

    RispondiElimina
  8. Massimiliano Ercolini9 marzo 2012 22:45

    aggiungo solo una cosa....spero che Stefano Baldini non legga i nostri commenti....NOI TUTTI non stiamo facendo una bella figura....
    detto questo, lasciamoci tutto alle spalle e andiamo di corsaaaaa!!! non facciamo come i calciatori (adesso mi nasce una polemica con loro) viziati e bambini ma pensiamo a divertirci e a coltivare la NOSTRA passione comune a tutti: LA CORSA!!!!
    Un saluto cordiale e un abbraccio a tutti!!
    :-))
    Massimiliano

    RispondiElimina
  9. Salve, sono marco l'ideatore e l'organizzatore del “Trofeo Avis Aulla” dell'anno scorso che da quest'anno ha cambiato denominazione in “Corri Per Aulla” e leggendo il vostro blog ritengo doveroso, anche se ne avrei fatto volentieri a meno, dire la mia su alcune problematiche emerse da questo post e dal dibattito seguito.

    Vorrei iniziare dicendo che sono nato,cresciuto e vivo ad AULLA e quello che è successo il 25 ottobre l'ho vissuto sulla mia pelle abitando in viale LUNIGIANA (lungo MAGRA), trovandomi in casa quel giorno e avendo scavato in casa mia e dei miei amici per un bel po' di giorni. Dico questo perché vorrei sgombrare le menti da ogni dubbio e da qualsiasi pensiero fatto in buona o mala fede sulle finalità della gara in questione:
    cercare di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla situazione di Aulla;
    regalare un po' di svago alla città grazie alla nostra amata passione;
    fare della beneficenza: TUTTA LA SOMMA RICAVATA DALLE ISCRIZIONI VERRA' TOTALMENTE DEVOLUTA A FAVORE DELLE SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE.
    Sottolineo maggiormente l'ultimo punto perché mi sentirei molto offeso da chiunque osi solo pensare che ci siano altre finalità per tale manifestazione o che si usi il termine beneficenza quale mezzo meramente pubblicitario sia per la gara, sia per le società che mi aiutano nell'organizzazione, sia per me stesso.

    Altra cosa di cui vi porto a conoscenza, per chi ne avesse bisogno, è il fatto che la gara è organizzata e finanziata principalmente dall'AVIS DI AULLA (di cui io sono consigliere) con l'aiuto del golfo dei poeti e dell'atletica casone rappresentati dalle persone di Silvio Gerini e Alessio Cortili, a cui si dovrebbero aggiunger in seguito altre realtà.
    Il primo (scommetto che negherà per modestia) è il principale artefice del successo innegabile e oggettivo del Trofeo Degli Arcigni di domenica, che ha registrato la presenza di un numero record di concorrenti, sia per la zona che per il periodo.
    Il secondo è uno degli organizzatori di una classica del Corrilunigiana, la gara di Gragnola.
    (Un piccolo dato: tutti e tre (assieme ad altri ragazzi che ci aiutano) siamo under32, che credo non sia così usuale e che faccia ben sperare per il futuro).
    Questo per dirvi che non è una singola società che organizza l'evento, ma una sinergia di associazioni, società e singole persone che perdono tempo e a volte anche denaro per cercare di organizzare qualcosa che sia all'altezza di tutti i partecipanti, della città e dello scopo che ci siamo preposti.

    RispondiElimina
  10. Per ultimo vorrei trattare l'argomento del post che stiamo commentando e le polemiche di questi giorni: le categorie che vedete nel volantino sono tese a premiare il maggior numero di persone possibile, i migliori arrivati e gli atleti appartenenti a quelle fasce d'età che noi riteniamo più numerose, per una più equa distribuzione dei premi.
    Come avviene in altre realtà, verrà anche pubblicata la classifica con le categorie del corrilunigiana.
    Sono leggermente deluso e amareggiato dai MODI e dai TEMPI con cui si è svolta questa polemica, che ritengo danneggi tutto il movimento di Spezia e della Lunigiana, oltre a fare cattiva pubblicità ad un evento che, per finalità, credo abbia tutto il diritto/dovere di essere sponsorizzato da tutti o almeno non osteggiato.

    1. Tempi. Vorrei ricordare che già da anni, almeno 3 (che sono quelli da cui ho iniziato a correre) tante gare del circuito Corrilunigiana premiano categorie diverse da quelle del Corrilunigiana, per i più svariati motivi, principalmente per il fatto di ottimizzare le risorse andando a premiare quelle persone che si sono agonisticamente distinte rispetto agli altri e non andando a dare “premi a presenza” (io faccio parte della categoria d e quasi tutte le volte potrei solo passeggiare per portarmi a casa un premio, stranamente tranne per le gare con maggior successo di partecipanti che sono quasi sempre quelle in cui le categorie premiate sono diverse da quelle del corrilunigiana).
    Perché queste “problematiche” non sono sorte già allora? Perché non si è deciso di “attaccare”i grandi eventi del corrilunigiana? Perché proprio ora?

    2. Modi. Avete visto le varie categorie che verranno premiate attraverso il volantino all'interno del pacco gara del Trofeo degli Arcigni: perché non avete utilizzato uno qualsiasi dei recapiti che trovate nel volantino per chiedere almeno una delucidazione in merito, qualche informazione in più prima di aprire questa polemica o di contattare Franco per protestare?
    Penso che le cose vadano fatte per gradi: prima chiamo gli organizzatori per evidenziare un possibile errore e chiederne delle delucidazioni o spiegazioni, poi, eventualmente se penso che i miei diritti vengano calpestati, mi rivolgo alla “autorità” del circuito di cui questa gara fa parte.

    Non so come questa storia delle categorie andrà a finire; spero però che in nessun modo ne vanga intaccata la gara “Corri Per Aulla” per la quale molte persone stanno dando molto e nella quale si crede.

    Penso di aver dato tutte le informazioni e le spiegazioni possibili per questo momento e spero che tutto si possa risolvere magari con una stretta di mano ad Aulla il 21 Aprile (mamma mia, sto approfittando anche adesso dello spazio concesso per fare pubblicità).
    Per qualsiasi altra cosa non esitate a contattarmi.
    marco

    RispondiElimina
  11. Piero Tedesco10 marzo 2012 10:27

    Mi pare che si stiano facendo polemiche su polemiche su un argomento che dovrebbe essere chiarissimo a tutti. Esistono delle corse le quali vengono inserite in un Calendario gare che si svolgono tutti gli anni nel periodo che va dal mese di marzo al mese di novembre con la denominazione 'Trofeo del Corrilunigiana'. E ciò avviene da ben 26 anni sotto il coordinamento dell'infaticabile Franco Codeluppi. Tale Trofeo, nel quale vengono inserite una trentina di gare, si svolge nei territori della Lunigiana e delle Province di La Spezia, Lucca e Massa. Esiste un Regolamento che tra l'altro suddivide gli atleti, sia maschi che femmine, in ben precise categorie che fanno riferimento alle varie fasce di età. Per ogni gara vengono assegnati punteggi da 2 a 15 a seconda dell'ordine di arrivo(15 punti al 1°, 12 punti al 2°, 10 punti al 3°, 8 punti al 4, e così via fino al 10 che prende 2 punti). Negli ultimi anni purtroppo alcune Società Sportive hanno derogato da questo regolamento e stabiliscono fasce di età dalle stesse ritenute più consone. Ovviamente le relative premiazioni degli atleti vengono fatte in base alle nuove fasce di età e non a quelle previste dal regolamento. Spesso però non incontrano il favore degli atleti partecipanti e si crea un certo 'mugugno'. Ovviamente poi il buon Franco Codeluppi deve provvedere a stilare le classifiche sulla base delle categorie del Corrilunigiana con ovvi ritardi nella pubblicazione dei risultati dei vari eventi. Il sottoscritto ha spesso polemizzato negli anni passati specialmente con la 'Stralevanto' la quale ha un regolamento tutto particolare classificando gli atleti solamente in base all'ordine di arrivo assoluto, senza tener conto non solo delle categorie Corrilunigiana, ma neppure dell'anno di nascita dei singoli partecipanti. Ciò ha comportato notevoli difficoltà agli organizzatori del Corrilunigiana per stilare le varie classifiche di categoria ed assegnare i relativi punteggi ai singoli partecipanti. Tanto è vero che nell'edizione di quest'anno il Corrilunigiana ha ritenuto di dover assegnare ai partecipanti alla Stralevanto 2012 5 punti a tutti indipendentemente dall'ordine di arrivo.
    Il problema è solo questo: esiste un Regolamento, e tale Regolamento deve essere rispettato. Ognuno ha il diritto di organizzare e di gestire le proprie corse come ritiene più opportuno, ma queste corse a mio avviso non dovrebbero essere inserite nel Calendario Corrilunigiana e gli organizzatori del Corrilunigiana non dovrebbero accettarle.
    Il successo della corsa del 4° Trofeo degli Arcigni è sotto gli occhi di tutti e sono certo che sarebbe stato il medesimo anche se non fosse stata inserita nel Corrilunigiana.
    Buone corse a tutti!!!!

    Piero Tedesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate, ma in una gara dove, rispetto a quelle normali del Corrilunigiana ci sono : preiscrizione online, km segnati, servizio cronometrico, ci perdiamo in queste polemiche?

      Elimina
  12. Sono un runner da poco ,uno di quelli che arriva quando voi vi siete già fatti la doccia,uno che il salame....se lo compra..mai ne vincerà uno....Ragazzi questa è una gara di beneficenza levate i rovi dal portafoglio e gareggiate per il piacere di aiutare al di la dei premi categorie età,sesso c'è chi per prepararla e per farvi divertire si sta facendo il mazzo ...ma lo so lo sport preferito non è la corsa ma il mugugno!!!!

    RispondiElimina