mercoledì 14 aprile 2010

Pochi forse, entusiasti sicuro

Ma siamo proprio sicuri che una quarantina di runners che si trovano una domenica mattina ai giardini per un'azione (corsa) simbolica di 10 minuti siamo così pochi? Certo potevamo essere di più, se....: se non pioveva, se non ci fossero state altre gare nei dintorni, se l'evento fosse stato pubblicizzato di più e anche se ci fosse una cultura sportiva più diffusa, non solo calciofila, nella nostra città. Tanto però è bastato per dare risonanza all'evento: ad oggi, oltre a questo blog, hanno dato notizia dell'iniziativa cittadellaspezia.it e La Nazione. Aspettiamo Il Secolo XIX e le riviste specializzate. Ma la cosa più bella è quando da momenti come questo si trova nuova forza per proporre nuovi progetti. Domenica mattina l'ingegner Rollo, persona positiva ed entusiasta come pochi, ha lanciato definitivamente il sasso: "siete d'accordo se ci troviamo giovedì sera per porre le basi di una manifestazione che dovrà diventare una classica a livello nazionale (Lerici-Portovenere n.d.r.)?". Quindi chiunque volesse partecipare, domani sera, giovedì, ore 21, ai Canottieri (vicino alla nuova Capitaneria di Porto).

3 commenti:

  1. andrea salerno15 aprile 2010 14:09

    Volevo aggiungere alla lista dei presenti mio zio Enzo.
    Tutti gli anni si fa trovare lungo il percorso ad incitarmi e anche quest'anno si è fatto vivo salutando...lui che di corsa non sa proprio un'acca c'era...e forse conta più della mia presenza ciao

    RispondiElimina
  2. Grandissimo zio Enzo!!!!!
    Supermarios

    RispondiElimina
  3. Davide D'Amanzo15 aprile 2010 19:04

    Vabbè, allora aggiungo anche mia nonna Anita, anche lei tutti gli anni si affaccia dalla finestra di casa sua per salutarmi mentre corro. Quest'anno non ha potuto perchè il giretto che abbiamo fatto per la città non ha toccato la parte alta di corso Cavour, ma sono convinto che, se passavamo di lì e citofonavamo, ci avrebbe salutato!!!

    RispondiElimina