lunedì 8 novembre 2010

Bella manifestazione, ottima organizzazione... o no?



Oggi mi sarebbe piaciuto scrivere qualcosa di diverso, invece, dopo aver visto come cittadellaspezia.it ha trattato l'argomento "Corri alla Spezia con le forze armate", voglio intervenire in proposito. Non si parla della bella manifestazione, dell'ottima organizzazione, del folto numero dei partecipanti, del fatto che non si pagava un euro di iscrizione e che alla fine tutti hanno avuto un premio, dei top runner a livello nazionale presenti, delle classifiche. Niente di tutto questo ma una foto dove un lenzuolo con la scritta "Montagna aperto" copriva quattro podisti. Efficace? Mah. Una "pacifica contromarcia"? Contro chi? Nell'unico giorno di festa e di piena collaborazione di enti sportivi e militari, federazioni, cronometristi e atleti (piccoli, grandi e disabili) mi pare una forma di dissenso fuori tempo e fuori luogo. Speriamo che quello striscione sia finito appeso allo stipite della porta dell'ufficio dell'assessore allo sport del Comune (mi sbaglio nel dire che ancora una volta i rappresentanti delle istituzioni cittadine hanno brillato per la loro assenza?). Allora sì che tutto avrebbe un senso. Ovviamente è solo un'opinione. La mia.

4 commenti:

  1. Solo un'opinione? Caro Riccardo credo proprio che lei abbia centrato in pieno quale sia il nocciolo del problema...spero che lo capiscano anche i dirigenti locali UISP....perché la FIDAL (e non solo) ha cominciato ad aprire gli occhi.
    Antonio.

    RispondiElimina
  2. claudio calabresi9 novembre 2010 14:44

    Ma te le vai a cercare proprio!.
    Come si fa' a leggere cittadellaspezia.it sperando di trovare commenti positivi ad una bella manifastazione.
    E' come lamentarsi per quanto dice Emilio Fede al TG4 oppure quanto dicono alle Feste per la Liberazione

    RispondiElimina
  3. Non credo esistano periodi più o meno validi per sostenere le proprie opinioni. Ritengo che il fatto che il campo montagna sia aperto ad orari vergognosi debba essre oggetto costante di proteste.
    Poi non condivido affatto la tesi econdo la quale una critica possa in qualche modo oscurare una bella iniziativa, penso anzi che dovrebbe servire ad incentivare ulteriormente coloro i quali si sono impegnati.
    Ho timore invece che dietro questo articolo ci sia la volontà di non volere offendere qualche personaggio per oscuri timori.
    Ribadisco le proprie opinioni non possono offfendere possono solo far pensare.
    Saluti
    DIPPO

    RispondiElimina
  4. Credo che si possa pensare tutto e il contrario di tutto ma che speziarunning.it non sia impegnato ad evidenziare la scandalosa e annosa situazione che riguarda il Montagna, no. Non si può pensare (tra l'altro curiosando sul sito c'è tutta la storia). speziarunning.it non ha apparentamenti politici, non deve sottostare a nessun centro di potere, nè di sponsor. Ma conosce perfettamente la situazione perché la vive, la condivide, la discute tutti i giorni con molti addetti ai lavori, ma soprattutto con gente come noi. L'articolo di 13 anni fa, pubblicato recentemente sul sito, non fa che confermare colpe che purtroppo conoscono in tanti. Giustificare la propria opinione è condivisibile (anzi mi attentevo una risposta più rapida) ma approfittare di un organo di comunicazione conosciuto (e non su un blog) per evidenziare immediatamente la protesta di pochi e non citare per niente le molte cose positive dell'iniziativa mi pare "colpevole".
    Saluti
    Balo

    RispondiElimina